venerdì 13 novembre 2009

A.A.A. cercasi aiuto

Ricapitolando:
  1. Correva (!!) l'anno 2006 quando, in preparazione alla montagna ed in sostituzione alla bicicletta, comincio a correre.
  2. Corro senza metodo ma con continuità per un paio d’anni e poi arriva la prima competitiva: - 32 km di salita in 3:07.
  3. Mi piace!
  4. Organizzo la prima maratona della mia vita.
  5. Continuo a correre senza metodo. Corro tanto, troppo e male.
  6. Nel febbraio 2009 chiudo la mia prima maratona in 3:28:21 ma tra fascite, lesione e relativo versamento, mi sono distrutto la pianta del piede sinistro.
  7. Dopo quasi un anno di sola bicicletta visite e terapie, con il prossimo mese di dicembre/gennaio riprenderò a correre.
Fermo restando un necessario periodo di risveglio, ho bisogno di qualcuno che m’insegni a gestirmi. L’idea è quella di arrivare a chiudere delle discrete mezze e, in un secondo tempo, tornare a rivolgere lo sguardo ai 42 km.

Orbene: sono ben accetti consigli di ogni genere ma, in particolare, tabelle e mirati programmi d’allenamento.
Sono stradilà di sicuro di trovare validi riscontri e, per questo, vi ringrazio fin d’ora.

2 commenti:

Fatdaddy ha detto...

Fabio, io ti consiglio quello che per me è un ottimo testo preparatorio: "Correre...secondo Orlando Pizzolato", di O. Pizzolato (ovviamente).

Molto completo, rigoroso, zeppo di informazioni: lì poi trovi tutte le tabelle che vuoi, dai 5k alla maratona.
Poi in rete si trovano anche altro materiale (Massini, Albanesi..)

the yogi ha detto...

oppure affidarsi al personal trainer: basta chiedere in giro....