venerdì 24 aprile 2009

sogno o son desto?



Stanotte ho fatto un sogno:
al di là del fatto che mia figlia Chiara 13enne guidava la mia macchina con a fianco Naida, una delle sue sorelle ed io ero dietro, morto di sonno, che non riuscivo a tenere gli occhi aperti;
a parte la quisquilia che Chiara si è gettata nell’Adige per salvare Naida per essere poi ripescate entrambe dal sottoscritto…
a parte tutto questo, ho sognato che correvo.
Evidentemente era inverno perché indossavo pantalone alla caviglia e antivento. Correvo un lento lungo, anzi luuunghisssimo. Il problema era che non riuscivo a gestire i tempi e mi ritrovavo, di fatto, a fare una progressione incredibile. Arrivavo a correre tipo il road runner Beep-Beep di Vil Coyote e, sul più bello, venivo sorpassato da un vecchiotto che passeggiava chiacchierando amabilmente con la moglie. Si piazzavano lì davanti a me, ad un paio di metri e continuavano la loro tranquilla passeggiata mentre io, nonostante la continua accelerazione, non ero capace di superarli, di guadagnare quei due metri del curucucù che si erano materializzati, solidificati. Più correvo e più velocemente li spostavo … era come se stessi spingendo senza accorgermene un tapis-roulant invisibile sul quale passeggiavano i due nonni.
Difficile spiegare la sensazione ho provato.

2 commenti:

Fatdaddy ha detto...

Mangiato pesante, eh? :)))

GIAN CARLO ha detto...

Avere una figlia di 13 anni(la stessa età della mia) gioca questi scherzi